Circolare: Imposta di bollo per le variazioni “in detrazione” di armi dalla licenza di collezione di armi comuni da sparo. Chiarimenti.

La circolare 557pasu002115310171 del 10 febbraio 2017 conferma definitivamente la posizione di alcune Questure riguardo l’inesigenza di apposizione del bollo nei depennamenti di armi dalle collezioni di armi comuni.

Il ministero dell’Interno, sentito il parere del ministero delle Finanze ha confermato che nel caso in cui il collezionista ceda un’arma iscritta in collezione non debba eseguire l’operazione producendo comunicazioni in bollo da 16€.

Tale chiarimento semplifica finalmente l’operato dei collezionisti che non dovranno più recarsi agli uffici preposti per il deposito del bollo e potranno risparmiare oltre al tempo anche il salato importo.

Resta inalterata la necessità di apposizione del bollo sull’istanza d’inserimento di una o più armi in collezione.

 

CIRCOLARE 557pasu0021153101713